Il mio “Occhio-fino”

Questa è una ricetta che nasce per caso…
Avevo un finocchio bello grande in frigo, lo magio crudo? naaaaaaaa
lo butto in padella con una grossa cipolla rossa di Tropea, una carota, una costa di sedano, 80 gr. di burro, del peperoncino… lascio rosolare il tutto per una 15 di minuti poi aggiungo del sale e del pepe (Pimento il pepe Giamaicano)
Rivesto dei pirottini di alluminio con la pasta brisee’(imburro i pirottini per non far attaccare la pasta brisee’) poi verso i finocchi belli rosolati ma croccanti ed in fine ci rompo sopra un uovo, condisco con erbetta cipollina, inforno 15 minuti a 180° eeeeee bon appetit!!!! Bellissima presentazione dal sapore unico!!!!… il nome cavoli manca un nome a sta creatura!???. Figlia mia bella buona e senza nome? ma pure un cognome le darei….dopo aver pubblicato le foto della ricetta sul mio profilo fb. ecco arriva il battesimo, madrina Simona…  mente geniale! lo sapevo la ragazza ha sempre promesso bene.
Simo mi da il nome alla ricetta “Occhio-fino” e mi spiega il perchè, confesso non ci sarei mai arrivata!
“Occhio-fino”…che a vederlo da sopra sembra un uovo ad occhio di bue e leggendo le due parole invertite ti riporta al finocchio.
Unica! Geniale! sono rimasta senza parole -.- ”Occhio-Fino” la mia ricetta ha un nome super bello!!!!

Grazie Simo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>